I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
Cookie Policy   -   OK

Lotta agli incendi boschivi ordinanza n.44 del 03/05/2018

07/05/2018  |  Stampa la notizia


Lotta agli incendi boschivi ordinanza n.44 del 03/05/2018

Vista la nota dell’ Agenzia Regionale di Protezione Civile – Area Emergenza e Sala Operativa di Protezione
Civile, tutti i possessori a qualsiasi titolo di boschi, terreni agrari, prati, pascoli ed incolti, devono adoperarsi in
ogni modo al fine di evitare il possibile insorgere e la propagazione degli incendi, adottando le seguenti
precauzioni:

  1.  Perimetrazione con solchi di aratro per una fascia di almeno mt. 5,00 e sgombero di covoni di grano e/o altro materiale combustibile su:
  • Terreni su cui si trovano stoppie e/o altro materiale vegetale
  • erbaceo o arbustivo facilmente infiammabile, nei luoghi
  • confinanti con vie di transito e/o boschi;
  • Terreni coltivati a cereali dopo il raccolto;
  • Terreni incolti;
  1.  Le operazioni di interramento delle stoppie debbono compiersi dopo il raccolto e concludersi entro il 20 luglio 2018;
  2. Ripulitura della vegetazione erbacea ed arbustiva, (con eccezione per le specie protette dalla L.R. 61/74) delle aree boscate confinanti con strade ed altre vie di transito per una profondità di mt.5,00;
  3. Ripulitura da parte di Enti interessati (ANAS, FF.SS., Regionali ed in concessione, Amministrazioni Provinciali e Comunali ecc.) della vegetazione erbacea e/o arbustiva (con eccezione per le specie protette dalla L.R. 61/74) presente lungo scarpate stradali, autostradali e ferroviarie, nel rispetto delle norme vigenti e del Codice Stradale.

Nelle aree e durante il periodo di "grave pericolosità di rischio incendio boschivo" dal 15 Giugno al 30 Settembre 2018, sono vietate tutte quelle azioni e quelle attività che possono determinare l’innesco di incendio.

La non ottemperanza alle presenti disposizioni e tutte quelle azioni che possono determinare, anche solo potenzialmente, l’innesco di incendio boschivo, comporta ai sensi dell’art. 10, comma 6, L.353 del 21/11/2000, l’applicazione della sanzione amministrativa di una somma non inferiore ad € 1.033 e non
superiore ad € 10.330.

Nel caso in cui il mancato rispetto delle suddette disposizioni comporti il verificarsi di un incendio, si applicherebbe a carico dell’inadempiente
anche la responsabilità dei danni che potrebbero verificarsi con conseguente applicazione di sanzioni anche di natura penale.
In caso di avvistamento incendi o situazioni di pericolo è possibile contattare:

Vigili del fuoco115 

Volontariato Protezione Civile Cave: 06 958.14.48 - 338.22.42.696

Sala Operativa Regionale Lazione 803.555

Leggi l'ordinanza




Pin It