Vai a sottomenu e altri contenuti

Certificazioni anagrafiche e di stato civile

https://www.comune.cave.rm.it/immagini_articoli/09-09-2020/1599638223-0-certificazioni-anagrafiche-e-di-stato-civile.jpg

 Al fine di prevenire la formazione di assembramenti e ridurre i tempi di attesa durante gli orari di apertura al pubblico dell'ufficio anagrafe, a partire dal 14/09/2020 sarà possibile prenotare l'emissione di certificazioni anagrafiche e di stato civile attraverso mail/pec (anagrafe@comune.cave.rm.it o anagrafecave@pec.actalis.it) oppure telefonicamente al numero 0695000829.
I certificati potranno essere ritirati già dalle 24 ore successive alla richiesta e comunque sempre negli orari di apertura al pubblico dell'ufficio anagrafe (martedì e venerdì dalle 9:00 alle 12:30 e giovedì dalle 15:30 alle 17:30) e saranno consegnati direttamente dall'usciere all'ingresso del Comune senza bisogno di dover fare la fila.
Si ricorda che le certificazioni di stato civile (nascita, cittadinanza, matrimonio, morte) nonché gli estratti per riassunto degli atti di stato civile, sono in esenzione dall'imposta di bollo.
Le certificazioni anagrafiche (residenza e stato di famiglia), invece, sono normalmente soggette all'imposta di bollo (marca da bollo da 16 euro), tranne nei particolari casi di esenzione previsti dalla legge. Al momento della richiesta, l’utente che intende usufruire dell’esenzione ha l’obbligo di dichiarare all’amministrazione:
- l’uso a cui è destinato il certificato;
- la norma che lo esenta dall’imposta di bollo.
Ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. n. 642/72, la responsabilità per un’eventuale evasione dell’imposta di bollo ricade sia sul richiedente che sul funzionario pubblico che lo ha agevolato nel rendere possibile l’evasione di imposta. La mancata ap- plicazione dell’imposta di bollo dovuta prevede in solido una penale da 2 a 10 volte l’imposta di bollo non pagata. Dunque, non basta la mera richiesta “in carta semplice” per ottenere l’esenzione, bensì, è necessario che il privato indichi l’utilizzo del certificato e la norma che lo esenta dal pagare la marca da 16,00 euro.
Pertanto, al di fuori dei casi di esenzione previsti dalla legge, ad ogni certificato rilasciato da una P.A. dovrà essere appli- cata una marca da bollo di 16,00 euro, qualora la certificazione consti di più fogli occorrerà applicare una marca da bollo ogni 4 facciate.
Le richieste di certificazioni (sia anagrafiche che di stato civile) pervenute per mail dovranno contenere, in allegato, copia di un documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità.
Al ritiro, il cittadino dovrà venire munito di marca da bollo da 16 euro e di 0,52 euro per diritti di segreteria (se il certificato è in bollo) oppure di 0,26 euro per diritti di segreteria (se il certificato è in esenzione).
Si ricorda, inoltre, che le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i privati gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle autocertificazioni (esenti da bollo, hanno la stessa validità temporale dei certificati che sostituiscono e sono scaricabili direttamente dal sito del Comune di Cave, alla sezione anagrafe).
Pertanto, le PP.AA. non possono più accettare o richiedere certificazioni rilasciate da altre PP.AA.
Nei rapporti con le pubbliche amministrazioni il privato cittadino deve per legge utilizzare l’autocertificazione ovvero le dichiarazioni sostitutive previste dal DPR n.445/2000.
La mancata accettazione di tali dichiarazioni costituisce, per la pubblica amministrazione, violazione dei doveri d’ufficio.

L’Amministrazione comunale