Vai a sottomenu e altri contenuti

Assegnazione buoni spesa per chi è in condizioni di disagio economico - Covid19 Art.2-DL15

https://www.comune.cave.rm.it/immagini_articoli/23-04-2021/1619163788-0-assegnazione-buoni-spesa-per-chi-e-in-condizioni-di-disagio-economico-covid19-art2-dl15.jpg

Il presente avviso è destinato a sostenere persone e famiglie in condizioni di assoluto momentaneo disagio economico e sociale, causato dalla situazione emergenziale dovuta alla diffusione del virus Covid-19, con l’erogazione di buoni per l’acquisto di beni di prima necessità.
Il “BONUS SPESA” è un titolo che consente l’acquisto di beni di prima necessità, spendibile negli esercizi commerciali aderenti, presenti nel Comune di Cave nonché per l’acquisto di medicinali spendibili presso le farmacie aderenti, presenti nel Comune di Cave.
L’elenco dei punti in cui è possibile spendere i buoni verrà divulgato sul sito istituzionale nonché consegnato insieme ai buoni al beneficiario.
Potranno presentare la domanda di assegnazione:
- i nuclei familiari, anche monoparentali, residenti nel Comune di Cave, in stato di bisogno a seguito degli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e privi di qualunque reddito economico
- i nuclei familiari, anche monoparentali , residenti nel Comune di Cave, in stato di bisogno a seguito degli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 che beneficiano di redditi economici (redditi da lavoro, pensioni sociali e lavorative, altre forme di sostegno al reddito quali ad esempio disoccupazione, naspi, e qualsiasi altra forma di sostentamento statale quale Reddito di Cittadinanza, Pensione di Cittadinanza ecc.)

I soggetti già assegnatari di sostegno al reddito o in possesso di altre forme di reddito o di sostegno economico, verranno collocati nell’elenco successivamente a coloro che sono privi di qualsiasi sostegno economico. Le risorse economiche di un nucleo familiare saranno determinate tenendo in considerazione le disponibilità mensili di ogni suo componente derivanti da qualsiasi forma di reddito e di sostegno pubblico o da altri istituti previdenziali (reddito di cittadinanza, contributi economici, contributi a sostegno del pagamento del canone di locazione, cassa integrazione, NASPI, pensioni, pensioni sociali, canoni di locazione o affitti, ecc..).
La soglia di accesso riferita ai redditi del nucleo familiare del richiedente per poter ottenere i benefici di cui sopra è determinata dal numero dei componenti dello stesso nucleo come di seguito indicato nella tabella:

 

Numero componenti del nucleo familiare Limite di reddito per poter accedere al buono spesa o al buono farmaci
(importo complessivo mensile delle risorse economiche di cui dispone il nucleo richiedente)
1 Pari o inferiore € 460,00
2 Pari o inferiore € 720,00
3 Pari o inferiore € 930,00
4 Pari o inferiore € 1.130,00
5 Pari o inferiore € 1.310,00
6 Pari o inferiore € 1.470,00
7 Pari o inferiore € 1.600,00
8 Pari o inferiore € 1.790,00
Oltre 8 Pari o inferiore € 1.950,00

 

Oltre i limiti indicati nella suddetta tabella non sarà consentito accedere alla graduatoria per l’erogazione del buono spesa/farmaci. E’ richiesto di specificare, la composizione del proprio nucleo familiare come risultante anagraficamente, ogni forma di risorsa economica, compresi i redditi da locazione di immobili o contributi economici pubblici di cui dispone ogni componente del nucleo familiare.
Qualora le risorse economiche dovessero risultare insufficienti rispetto al numero delle richieste pervenute, si procederà a redigere una graduatoria secondo i seguenti criteri:

- dare priorità a coloro che sono privi di reddito.
- a parità di reddito, si darà priorità ai nuclei familiari con figli minori tenendo prioritariamente conto anche del maggior numero di figli minori presenti nel nucleo familiare, partendo dal nucleo familiare con reddito più basso.

Gli interessati dovranno presentare domanda a mezzo posta elettronica all’indirizzo buonispesa@comune.cave.rm.it da venerdì 23-04-2021 e non oltre le ore 23,59 di lunedì 03/05/2021.
Solo in caso di indisponibilità dei suddetti strumenti la domanda può essere presentata presso lo Sportello Cep a Piazza Nassiriya (Edificio Polizia Locale) – da lunedì 26/04/2021 a venerdì 30/04/2021 dalle ore 9:00 alle ore 12:00.
In caso di accoglimento della domanda, la Protezione Civile consegnerà a domicilio una lettera in busta chiusa con i buoni pasto assegnati e l’elenco degli esercizi nei quali poterli spendere. Il richiedente dovrà firmare una ricevuta di consegna alla Protezione Civile.
Per informazioni si potranno contattare i seguenti recapiti telefonici:

Servizi Sociali: 06-95000838 - 06-95000825 - 06-95000847 -06-95000845;
La domanda va presentata utilizzando l’allegato modello. Alla domanda dovrà essere allegata per gli stranieri non appartenenti all’Unione Europea anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità (nel caso di impossibilità a presentare copia del suddetto documento o del permesso di soggiorno occorre indicare nella domanda, nell’apposito spazio riservato: tipo di documento, numero, ente che ha provveduto al rilascio, data di emissione e scadenza).

Verranno escluse dall’ammissione al beneficio le domande incomplete nonché, le domande in cui risulti dichiarata una composizione del nucleo familiare difforme rispetto a quanto riscontrabile dalle verifiche anagrafiche, le domande in formato elettronico illeggibili e/o prive della documentazione richiesta.

Il valore nominale del buono è pari ad € 10,00 e l’importo massimo dei buoni concedibile a nucleo familiare è fissato come segue:

Composizione del nucleo familiare Importo
Nuceli monoparentali € 100,00
Nuclei da 2 persone € 200,00
Nuclei da 3 persone € 300,00
Nuclei da 4 persone o più € 400,00

 

I buoni possono essere utilizzati anche per l’acquisto dei farmaci la cui spesa non è coperta dal SSN e per il pagamento del ticket. Non potrà essere riconosciuto ai soggetti che beneficiano di esenzione totale.
I dati che verranno dichiarati nelle proprie istanze acquisiscono il valore di autocertificazione ai sensi del DPR n.445/2000, per cui le dichiarazioni false e mendaci determinano l’automatica esclusione dal beneficio ed il deferimento all’Autorità Giudiziaria.

L’Amministrazione potrà verificare, anche successivamente, la veridicità delle dichiarazioni rese in sede di istanza provvedendo al recupero delle somme erogate ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000 in caso di false dichiarazioni.

Il Dirigente I Dipartimento
Dott.ssa Giada De Francesco

immagini_fckeditor_comune.cave.rm/Modulo di Domanda BUONI SPESA(2).pdf

 

immagini_fckeditor_comune.cave.rm/avviso buoni spesa.pdf