Vai a sottomenu e altri contenuti

Bonifica Discariche Abusive

 

BONIFICA DELLE DISCARICHE ABUSIVE ENTRO LE AREE PERIMETRALI DEL PARCO DI VILLA CLEMENTI E FONTE S. STEFANO E NEL CENTRO STORICO PRESSO IL FONTANILE DI VIA ROMA

Con Det. Dir. R.U. 5182 del 18/12/2019, la Città Metropolitana di Roma Capitale ha assegnato un contributo di € 15.000 per l’esecuzione delle operazioni di bonifica delle discariche abusive individuate dal progetto approvato con DGC n.135 del 24/10/2018.

Il finanziamento ha permesso di avviare la riqualificazione del fontanile di via Roma a partire dalla raccolta dei rifiuti, anche ingombranti, che lo avevano trasformato in una discarica nel pieno del centro storico.
Inoltre sono state avviate le operazioni di raccolta anche presso la Villa Clementi in aree impervie, spesso nascoste e poco raggiungibili che sono state loro malgrado ricettacolo di rifiuti di ogni tipo: dai pneumatici alla plastica, lattine e inerti, rifiuti di cantiere, indumenti e ogni quant’altro.
La bonifica della villa proseguirà anche nei prossimi mesi ed al completamento delle operazioni saranno pubblicati i rapporti relativi ai rifiuti raccolti ed al loro conferimento presso le discariche utilizzate.

Purtroppo spiace segnalare che nonostante le azioni di controllo e pulizia messe in campo, ancora oggi vi sono persone che in modo irrispettoso ed arbitrario gettano rifiuti in ogni dove, incuranti non solo del danno ambientale che provocano, ma anche del degrado che contribuiscono a creare, rendendo la nostra città sempre meno vivibile a discapito della qualità della vita dei nostri bambini e di noi tutti.
Eppure per rendere più decorosa la città basterebbe adottare comportamenti più consapevoli ed eco-sostenibili, imparando a privilegiare acquisti a ridotto impatto ambientale, a riciclare e a differenziare… fino a riuscire a trasformare il rifiuto in una nuova risorsa per tutti.
 

Premessa
Molteplici sono gli interventi che l’Amministrazione del Comune di Cave ha promosso nel corso degli anni a tutela del territorio comunale tanto che dal 2013 la Città è tra i Comuni più virtuosi della Città Metropolitana di Roma, con il riconoscimento di “Comune Riciclone” rilasciato da Legambiente per aver superato il 65% di raccolta differenziata.
Dal dicembre 2011 ha affidato ad A.E.T. Ambiente Energia e Territorio Spa il servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti sia per le utenze domestiche che commerciali per organico, carta, plastica e metalli, materiali non riciclabili e per la raccolta del vetro.
Questo servizio ha consentito un aumento della raccolta differenziata, con il conseguente recupero di materiali e risorse che possono essere riutilizzati, una riduzione dei rifiuti indifferenziati da smaltire in discarica, ed infine la produzione, a partire dai rifiuti organici, di compost di qualità ovvero la produzione di un fertilizzante naturale per l'agricoltura.
Con D.C.C. n.30 del 28/04/2016 è stato approvato il “Regolamento Albo Comunale Compostatori Domestici della frazione organica dei rifiuti urbani”. Ad oggi ha aderito solo un numero limitato di cittadini pertanto periodicamente vengono riproposte campagne di sensibilizzazione al fine di incrementarne le adesioni.
In ogni caso la raccolta differenziata porta a porta sta dando buoni risultati come appare evidente anche nel seguente grafico che mostra l’andamento della raccolta differenziata porta a porta dal 2011 ad oggi che mostra l’andamento annuale che lo scorso anno si è attestato in media sopra il 70%.
 

 

Purtroppo nel territorio resistono ancora sacche di inciviltà e spesso vengono rinvenute discariche abusive anche nei luoghi pubblici della Città.
In particolare il progetto di intervento riguarda proprio la bonifica di due aree del tessuto urbano: il Fontanile in disuso del Centro Storico presso Via Roma, ricettacolo di materiali indifferenziati ed ingombranti, e le aree perimetrali del Parco di Villa Clementi e Fonte Santo Stefano, considerato “il polmone verde” del territorio che nei tratti in scarpata e nei fondovalle viene deturpato dall’abbandono di rifiuti, soprattutto nelle zone più nascoste e difficili da raggiungere.


Individuazione e stato dei luoghi di intervento
Stralcio della CTR – Centro urbano comunale

1. Fontanile in via Roma - centro storico; 2. Aree perimetrali del Parco di Villa Clementi

Ad oggi il Fontanile versa in uno stato di abbandono e degrado pur essendo localizzato in una delle strada centrali del centro storico.
Spesso è utilizzato come dormitorio o luogo per i bisogni ed ultimamente come ricettacolo di ogni tipo di rifiuto.
Le immagini seguenti sono rappresentative di una realtà che non ha bisogno di ulteriori parole per essere descritta.

Viste esterne


Viste interne

Il Parco di Villa Clementi si estende per un’area di circa 6,5Ha al margine del centro urbano e nelle parti più nascoste, lungo le scarpate e nel fondovalle, a bordo strada ed a ridosso dei viali è deturpato da rifiuti di ogni genere.

Gli interventi in progetto hanno pertanto l’obiettivo di bonificare le aree sopra evidenziate soggette all’abbandono indiscriminato di materiali di ogni tipo, rifiuti di cantiere, pneumatici, RAEE, indifferenziati, ingombranti e di potenziare le attività di comunicazione con lo scopo di “insegnare” al cittadino come e dove conferire i rifiuti, con l’obiettivo di evitare la deturpazione del paesaggio e del territorio.

Soggetti individuati per effettuare gli interventi
Per effettuare le operazioni di bonifica previste è stata individuata la A.E.T. Ambiente Energia e Territorio Spa con sede in Ciampino, p.zza J. F. Kennedy 15 P. IVA n.10932291007 che è società leader nel campo della gestione dei servizi di igiene urbana per gli enti pubblici, che opera nel Lazio dal 2010. Il Comune di Cave ne è azionario e con essa ha un contratto per l’affidamento in house providing del servizio di raccolta dei rifiuti.
Le squadre della società A.E.T. Ambiente Energia e Territorio Spa saranno coadiuvate da una impresa locale RL Artigiano Distribuzione, con sede in Cave, via dell’Artigianato 3, P.IVA n. 09032191000 con la disponibilità dei mezzi e delle attrezzature necessarie per operare nelle aree in scarpata del parco di Villa Clementi.

Modalità di raccolta, selezione e smaltimento dei rifiuti rinvenuti
I locali del Fontanile di via Roma saranno interessati da un intervento che vede la collaborazione degli operai comunali e delle squadre di A.E.T. spa che preleveranno i rifiuti ingombranti per l’accumulo nei mezzi detti “Vasche ribaltabili” di dimensioni ridotte utilizzati nel centro storico per la raccolta del rifiuto secco.

Contemporaneamente si procederà alla cernita dei rifiuti finalizzata alla separazione delle diverse tipologie di riciclabili quali  legno, plastica, lattine, imballaggi vari, RAEE ecc. in modo da arrivare al centro di raccolta con i materiali già differenziati e pronti per le fasi successive.

A completamento del carico, tramite più viaggi a causa delle ridotte quantità accumulabili (5,6-7mc), sarà effettuato il conferimento di quanto prelevato, presso il centro di raccolta comunale per il successivo smaltimento.

Al termine delle operazione di raccolta si procederà alla sanificazione dei locali in modo da bonificare completamente le aree interne ed esterne al lavatoio stesso, utilizzando prodotti chimici specifici per la pulizia, disinfettazione e disinfestazione dei luoghi.

Successivamente, con ulteriori fondi non previsti nell’attuale progetto, il lavatoio sarà interessato da opere per la riqualificazione delle murature e delle vasche in pietra.

 

Le aree del Parco di Villa Clementi prevedono invece interventi più complessi sia perché i rifiuti sono sparsi in più punti e nascosti dalla vegetazione, sia perché posti sui fianchi delle scarpate o nei fondovalle.
Per tali operazioni ci si avvarrà oltre che delle squadre della A.E.T. spa e degli operai comunali, anche della collaborazione di una impresa locale, con mezzi idonei e bracci meccanici in grado di raggiungere le zone più disagevoli.
I rifiuti abbandonati in queste aree consistono principalmente in ingombranti quali RAEE, inerti e rifiuti di cantiere, pneumatici oltre a indumenti, coperte, materassi e rifiuti indifferenziati dai quali è possibile procedere ad una differenziazione nel rispetto dei relativi codici CER, dalla plastica alle lattine, ai diversi Raee, legno e vetro mediante una meticolosa e peculiare raccolta a mano che permetterà di recuperare quanto più possibile da inviare a riciclo.
Man mano che si procederà alla raccolta e differenziazione dei rifiuti, gli stessi saranno accumulati nei mezzi di trasporto e poi condotti presso l’isola ecologica comunale.

Stima dei quantitativi
Dai sopralluoghi effettuati si stima che complessivamente potranno essere recuperati i seguenti quantitativi di rifiuti selezionabili e suscettibili di avvio a forme di recupero e riciclaggio:

Piano di comunicazione
Gli interventi di bonifica saranno oggetto di una serie di editoriali e post che il Settore Ambiente del III Dipartimento del Comune di Cave, pubblicherà sul sito istituzionale dando adeguata informazione circa lo stato di degrado in cui versano le aree comunali del parco e del centro storico e di quanto si sta facendo per il loro recupero.
L’obiettivo principale che ci si propone, che sarà oggetto dei post e che verrà portato avanti anche grazie alle informazioni dirette fornite dagli ispettori ambientali comunali presenti sul territorio, è quello di sollecitare lo sdegno dei cittadini corretti rispetto a comportamenti dannosi e punibili dal punto di vista penale, ma anche e soprattutto quello di promuovere comportamenti ambientalmente responsabili volti:
- alla crescita del livello di attenzione e cura per gli spazi pubblici della città,
- alla comprensione di quanto sia utile, necessario e imprescindibile per l’ambiente in cui viviamo effettuare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti,
- alla promozione di comportamenti volti al riutilizzo ed al riciclo dei beni utilizzati quotidianamente,
privilegiando acquisti a ridotto impatto ambientale con minima quantità di imballaggi.

Grado di integrazione
Gli interventi in progetto saranno messi in essere dai soggetti appositamente individuati ed incaricati di cui si è detto ai punti precedenti ed idonei all’esecuzione dei servizi richiesti, coadiuvati dagli operai comunali.

Cronoprogramma e durata del progetto
Il tempo stimato per effettuare gli interventi in progetto è pari a n. 30 gg di cui n. 10 gg per le operazioni di bonifica e sanificazione dei locali interni e degli spazi esterni del Fontanile di Via Roma e n. 20 gg per le operazioni da effettuare nelle aree del Parco di Villa Clementi.
A tale durata vanno aggiunti i tempi amministrativi per l’acquisizione dei preventivi e l’affidamento degli incarichi stimati in ulteriori n. 30 gg.

Costo del progetto e quadro economico
Gli importi previsti per effettuare gli interventi di bonifica previsti in progetto sono pari a € 13.600,00 cui vanno associate le ulteriori somme a disposizione dell’Ente come identificate nel seguente Quadro Economico.
Nel quadro sono state individuate anche somme per imprevisti per coprire eventuali incrementi rispetto alle quantità di rifiuti stimate.
Non sono state computate somme per il piano di comunicazione che sarà gestito direttamente dagli uffici comunali.