Vai a sottomenu e altri contenuti

Il Liberty a Cave

Il momento storico di massima fioritura della Città di Cave come luogo di villeggiatura residenziale è il primo decennio del 1900. Villeggiatura voleva dire “stare in villa”, ovvero stare in campagna, ovvero stare fuori dalla città.
Edifici destinati - per una sola, lunga stagione o per un tempo più prolungato - ad un tempo di piacevolezza, ad un modalità di piacevolezza. Insomma, una versione strutturalmente e temporalmente precedente a quanto la nostra società persegue allorché punta al Turismo, alla vacanza, al tempo libero e lento.
 
Nel 2013 il Comune di Cave, con il patrocinio della Provincia di Roma, ha pubblicato il volume Cave Liberty Architettura, vita e stili - di Agnese Moroni e Giuseppe Mosetti con prefazione del Prof. Claudio Strinati, in cui si descrivono, attraverso la storia della costruzione dei villini, i personaggi che hanno voluto e vissuto gli edifici, lo stile che caratterizzava il momento storico-culturale di riferimento, denominato Liberty (o Art Nouveau), con particolari richiami ai motivi floreali.
 

Gallery: Il liberty a Cave